BENVENUTI !
 

C onfortati dal costante aumento di pubblico che si è registrato nelle ultime edizioni ed incoraggiati anche dai tanti attestati di stima ricevuti da numerosi appassionati di musica milazzesi, abbiamo deciso di proporre - anche per il 2020 - l’ormai consueta stagione concertistica Milazzo Classica.
I motivi di questa scelta sono molteplici: innanzi tutto non va sottovalutato l’aspetto affettivo, in quanto tale iniziativa rappresenta una nostra “creatura”, alla quale ovviamente siamo molto legati; inoltre, anno dopo anno, siamo sempre più felici di poter proporre alla cittadinanza una serie di spettacoli che costituiscono ormai l’unica offerta musicale di un certo prestigio per la nostra città. Infine, “dulcis in fundo”, non dobbiamo dimenticare l’eccezionale valenza didattica e formativa di Milazzo Classica, che, rivolgendosi anche agli alunni delle scuole, ha lo scopo di trasmettere ai giovani l’amore per la Musica e per il Teatro, creando così il pubblico delle future generazioni.
Tutto ciò ci ripaga abbondantemente dei tanti sacrifici che il lavoro organizzativo richiede e ci spinge a fare sempre del nostro meglio; ecco perché riteniamo di aver allestito anche quest’anno un cartellone di ottimo livello, con musicisti di chiara fama e con la presenza di alcuni artisti stranieri che danno un’impronta ancor più internazionale alla stagione.
Dunque, è con viva soddisfazione che presentiamo “Milazzo Classica 2020”, una serie di dieci spettacoli, che si terranno di venerdì, da gennaio a maggio, al Teatro Trifiletti (con inizio alle ore 20.30).
Fra i vari appuntamenti, ci fa piacere segnalare un’importante ricorrenza: nel 2020 tutto il mondo musicale festeggerà il 250° anniversario della nascita di Beethoven e così anche noi, nel nostro piccolo, renderemo omaggio al grande genio di Bonn con un concerto in cui un’Ensemble femminile eseguirà due delle sue più celebri Sinfonie (la quinta e la sesta, la famosa “Pastorale”), nella trascrizione cameristica di Hummel.
Un’altra data cui abbiamo voluto dare risalto è quella del 14 febbraio, giorno di San Valentino, festa degli innamorati: in quell’occasione un trio (composto da soprano, tenore e pianoforte) presenterà un programma dedicato proprio al tema dell’Amore.
Una vera e propria “chicca” sarà un concerto di musica barocca, eseguita con strumenti d’epoca, che vedrà protagonista assoluto lo spagnolo Hugo Bolívar, sopranista (ossia un uomo con voce da soprano) di fama internazionale.
Gli altri appuntamenti prevedono, come sempre, una pluralità di generi musicali, per assecondare i più svariati gusti del pubblico: si andrà da un omaggio a Claudio Baglioni all’ormai tradizionale spettacolo di Tango, dalle musiche e danze dell’Est Europa alle Colonne sonore italiane e americane, dalla Musica Zigana al fascino dell’Opera, Operetta e Musical; infine, chiuderemo in bellezza con un concerto Jazz dedicato alle musiche latino-americane, accompagnate da una ballerina brasiliana che danzerà a ritmo di Samba e Bossa nova, sfoggiando luccicanti e coloratissimi costumi.
Siamo certi, dunque, che anche quest’anno ci siano tutte le premesse perché la stagione venga accolta con grande entusiasmo da parte del pubblico, adulto e studentesco.
Sentiamo il dovere di chiudere queste brevi note ringraziando i Dirigenti Scolastici che continuano a considerare Milazzo Classica un progetto dalle straordinarie finalità culturali, didattiche e formative. Inoltre, esprimiamo la nostra riconoscenza a tutti gli operatori economici che offrono il loro contributo, convinti - come noi - che una società civile non possa fare a meno della cultura e dell’arte, anche in tempi difficili come quelli che stiamo vivendo a causa di una lunga e persistente crisi finanziaria.
 

Elvira Foti
Roberto Metro

 
 
In collaborazione con

Compagnia Teatrale "Milazzo 2010"