LA  NOSTRA  STORIA
 

Milazzo Classica Classica nasce nell'anno 2000 da una felice intuizione dei Maestri Elvira Foti e Roberto Metro (concertisti di fama internazionale), che organizzarono - per conto dell'Amministrazione Comunale di Milazzo - alcuni concerti estivi nell'Atrio del Carmine.
Visto il successo riscosso dall'iniziativa, l'allora Sindaco di Milazzo, ing. Nino Nastasi, volle subito riconfermarla anche per gli anni successivi, aumentandone il numero di spettacoli e facendo sì che, in brevissimo tempo, essa diventasse il vero "fiore all'occhiello" tra le attività culturali del Comune di Milazzo.
Si volle dare sempre più un taglio "internazionale" a questo Festival musicale, affinché esso potesse contribuire - seppur in minima parte - a portare in alto il nome di Milazzo, richiamando nella nostra città anche un discreto numero di turisti stranieri amanti della buona musica. Anche la pubblicità mirava in tal senso: tutto il materiale cartaceo (manifesti, locandine, volantini, programmi di sala) veniva stampato sia in italiano che in inglese.
Furono quelli gli anni d'oro per Milazzo Classica, che ebbe l'onore di ospitare nelle proprie stagioni grandi musicisti provenienti da tutto il mondo (Stati Uniti, Russia, Giappone, Francia, Germania, Danimarca, Belgio, Romania, Bulgaria, ecc.). Come non ricordare, a tal proposito, alcuni concerti memorabili tenuti da varie orchestre sinfoniche straniere o il recital della pianista francese Caroline Sageman (premiata al Concorso Chopin di Varsavia), la quale, di fronte ad un pubblico entusiasta che non smetteva mai di applaudirla, fu "costretta" a concedere ben sette bis!
Con la riapertura e l'inaugurazione del Duomo Antico, Milazzo Classica raddoppiò la propria attività: infatti, oltre al consueto festival estivo, si volle offrire al pubblico anche una regolare stagione invernale (denominata Milazzo Classica d'Inverno), che, con cadenza settimanale, si protraeva fino a primavera inoltrata.
La città era in fermento ed era davvero molto suggestivo vedere, la domenica pomeriggio, centinaia di persone a Piazza Roma, in attesa dei bus navetta (messi a disposizione gratuitamente dall'Amministrazione Comunale) che facevano la spola con il Castello per condurre il pubblico al Duomo Antico, sede dei concerti.
Anche in questa affascinante "location" invernale si sono esibiti straordinari artisti, che hanno lasciato un ricordo indelebile nella memoria di coloro che hanno avuto la fortuna di poterli ascoltare: senza voler fare antipatiche graduatorie di merito, fra tutti ci fa piacere ricordare due diversi spettacoli tenuti dal compianto Arnoldo Foà.
Negli anni a seguire, veniva riaperto il Teatro Trifiletti, rimasto a lungo inagibile per lavori di ristrutturazione; fu così che Milazzo Classica trovò la sua collocazione ideale, anche per volontà del prof. Dario Russo (Assessore alla Cultura e al Turismo durante la seconda sindacatura dell'avv. Carmelo Pino), il quale volle trasferire la stagione nel "nuovo" teatro, da poco restaurato.
Con l'occasione, si pensò anche di replicare gli spettacoli al mattino, a beneficio degli studenti delle Scuole medie e dei Licei milazzesi, con lo scopo di avvicinare i giovani alla Musica ed insegnar loro come "vivere" il Teatro; ebbe inizio così una proficua collaborazione con i vari Dirigenti scolastici, che, sposando con entusiasmo il progetto, hanno permesso ogni anno ad oltre 1000 studenti di seguire i concerti di Milazzo Classica.
Coordinatrice del progetto scolastico è sempre stata la prof.ssa Elvira Foti, docente di Educazione Musicale da oltre un trentennio e molto stimata a Milazzo, la quale, grazie alla sua grande esperienza e professionalità, ha sempre saputo coinvolgere i giovani, avvicinandoli ad un mondo nuovo, educandoli all'ascolto della musica colta e "formando" così il pubblico di domani.
Considerata la grande valenza culturale e didattica di tale progetto, a partire da quest'anno esso si rivolgerà anche ad altri Istituti scolastici del comprensorio che hanno voluto aderire, mostrando così grande sensibilità verso questo genere di manifestazioni.
Oggi Milazzo Classica è una realtà (per certi versi unica in Italia) che riesce a vivere e a sostenersi senza alcuna forma di contribuzione pubblica, essendo in grado di autofinanziarsi grazie anche al sostegno di alcuni prestigiosi imprenditori locali, che continuano a sponsorizzare quest’iniziativa, convinti che non si debba assolutamente rinunciare a fare cultura, neanche in un periodo di crisi economica come quello che stiamo vivendo.

 
 
In collaborazione con

Compagnia Teatrale "Milazzo 2010"